mercoledì 10 settembre 2008

Ryanair risparmia sul carburante?

Torniamo di nuvo sull' argomento della sicurezza del trasporto aereo.


La notizia di quest' estate data dal Sunday Times è di quella che fanno davvero strabuzzare gli occhi: la Ryanair, compagnia low cost numero 1 in Europa e numero 2 del mondo, non rispetterebbe la legislazione vigente che obbliga di caricare a bordo di ogni volo un eccedenza maggiore o uguale del 5% di carburante necessario. A rivelarlo sarebbero piloti anonimi della stessa Ryanair in alcune chat room.

La compagnia, sul proprio sito, così si difende:

"Ryanair critica il giornalismo irresponsabile sulla sicurezza

Ryanair, la compagnia aerea N°1 d’Europa, oggi (1 settembre) ha criticato il giornalismo irresponsabile diffuso da “The Sunday Times” che ha ignorato la realtà dei fatti fornitagli in relazione ai livelli di carburante sugli aeromobili Ryanair. Ryanair ha sottolineato che tutti i suoi voli imbarcano carburante per ogni evenienza, eccedente alle linee guida minime per la sicurezza, e che la compagnia aerea non ha mai avuto un incidente in cui un aeromobile è atterrato con il minimo del carburante richiesto per la sicurezza.

Ryanair ha sottolineato che:

La politica del carburante per il piano di volo Ryanair include il carburante per il rullaggio, carburante per il viaggio, e carburante per ogni evenienza, e che Ryanair non permette che questi limiti di carburante per la sicurezza vengano superati (o ridotti), eccetto in casi eccezionali. A nessun pilota è consentito volare con carburante minimo come pubblicato.

I piloti che non si attengono a qualsiasi procedura di sicurezza di Ryanair ricevono sempre ammonizioni.

Ryanair ha sottolineato che è stata soggetta soltanto una volta all’emergenza relativa al carburante nei tre anni passati, che è avvenuta circa 12 mesi fa a causa della chiusura dell’aeroporto di destinazione (cioè sotto i limiti di sicurezza) per avverse condizioni atmosferiche, la chiusura inaspettata dell’aeroporto alternativo, dovuta a cattivo tempo, e l’aeromobile che ha dovuto dirigersi verso un secondo aeroporto alternativo. Ryanair ha fatto notare che, quando questo aeromobile è atterrato in tutta sicurezza, trasportava a bordo più del doppio del carburante minimo necessario.

Parlando oggi, Stephen McNamara di Ryanair ha detto:

Questo è semplicemente un caso in cui i fatti non sono rientrati nella “storia”. Le dichiarazioni di piloti anonimi su chat room dovrebbero essere prese nella considerazione che meritano. I fatti sono chiari – i livelli di carburante Ryanair sono sempre superiori alle esigenze di sicurezza, e la sicurezza dei passeggeri e dei nostri equipaggi sarà sempre la priorità assoluta".
Cosa possiamo pensare noi consumatori a riguardo?..
..di certo c'è una cosa: questi attacchi sono portati in modo meschino e non alla luce del sole: se questi presunti piloti sono certi di quello che dicono, tirino fuori delle prove, o meglio ancora facciano uno sciopero, tutti assieme e denuncino il fatto.

E poi...alla Ryanair non credo convenga rischiare che ogni suo volo abbia problemi e rischi atterraggi di fortuna. Immaginate che danno immenso sarebbe un disastro aereo, al di la della tragedia per i morti e i feriti?..potrebbe essere la fine per una compagnia aerea.
Ad ogni modo, staremo a vedere quanti voli Ryanair avranno problemi e dovranno fare atterraggi per scarso carburante a bordo.

A presto e...
buon volo!

1 commento:

John ha detto...

We offers Live and Work in Canada from India, Live and Work in Hong Kong from India, Live and Work in Singapore from India, Live and Work in Thailand, Live and Work in UK from India.
For more info : Live and Work in Australia from India

Articoli interessanti